La prestigiosa casa d’asta Tajan ha appena identificato un autentico tesoro: un disegno attribuito a Leonardo Da Vinci, raffigurante San Sebastiano. L’opera, valutata circa quindici milioni di euro, appartiene a un medico in pensione. Quest’ultimo vuole mantenere l’anonimato, non si saprà dunque a chi appartiene il capolavoro. Il medico si recò a Parigi nel marzo scorso per ottenere un expertise su alcuni disegni collezionati dal padre. Ha incontrato così Thaddée Prate, uno dei direttori della casa Tajan. La raffigurazione del martirio di San Sebastiano colpisce immediatamente l’esperto. Analizzandolo, Prate ritrova il tratto e le caratteristiche di un Da Vinci. Per confermare la sua tesi si avvale dell’aiuto della Galerie de Bayser. Quest’ultima avalla la convinzione dell’esperto: si tratta proprio di un Da Vinci. L’opera, realizzata a Milano verosimilmente tra il 1482 e il 1485, misura 19X12,7 cm. Vi è raffigurato San Sebastiano legato ad un albero, sullo sfondo è tratteggiata una catena di montagne. A quel punto, galvanizzato dalla scoperta, Prate chiede un terzo parere, quello della specialista di pitture rinascimentali del Metropolitan Museum of Art, la dottoressa Bambach. Nessun dubbio neppure secondo lei. Lo stesso Leonardo avrebbe citato otto studi su San Sebastiano proprio nel suo Codex Atlanticus. Finora si pensava che solo due fra questi disegni fossero giunti fino a noi. Sarà un museo francese o italiano ad esporre lo straordinario capolavoro?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here