Flavie Flament è una giornalista francese. Aveva solo 13 anni quando il grande fotografo britannico David Hamilton le chiese di posare per lui. Affascinata dal carisma dell’artista, la ragazzina accettò. Ora, a 42 anni,  la Flament denuncia che quello fu l’inizio di un calvario e accusa il fotografo di violenza sessuale. Nel suo libro « Consolation » pubblicato dall’editrice Lattes, la giornalista aveva rivelato di aver subito violenza da parte di un famoso fotografo, senza rivelarne il nome per paura di essere accusata a sua volta di diffamazione. Ma un’inchiesta realizzata dal magazine L’Obs ha fatto emergere altri fatti simili, denunciati da altre donne, all’epoca dei fatti appena adolescenti. Flavie Flament non sarebbe quindi l’unica vittima dell’artista britannico, celebre per le sue immagini erotiche imperniate sulla bellezza femminile appena sbocciata. Oggi, in Francia, le vittime di violenza sessuale subita prima della maggiore età hanno vent’anni per denunciare il crimine, a partire dal compimento dei diciotto anni. Il Ministro della Famiglia e dei Diritti dell’Infanzia Laurence Rossignol ha appena affidato proprio a Flavie Flament il compito di presiedere una commissione di esperti per estendere i termini in cui sarà possibile formulare la denuncia.

Dall’Inghilterra, David Hamilton ha fatto intanto sapere di avere intenzione di ricorrere in giustizia per difendersi dalle accuse, e continua a dichiararsi innocente.

Maestro nei giochi di luce, Hamilton cominciò la sua celeberrima serie di immagini di adolescenti bellissime ed eteree nel 1969, dopo aver tradotto per una rivista tedesca la canzone di Leonard Cohen « Suzanne ». Quel testo poetico lo impressionò e ispirò il suo lavoro. Cohen se ne è andato da poco, lasciandoci in eredità i suoi testi meravigliosi, in tempo per non venire a conoscenza di questa brutta storia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here